Collezione francobolli – strumenti e consigli

Il vero collezionista di francobolli deve trattare con molta cura la propria collezione francobolli. Deve soprattutto fare molta attenzione alla  conservazione dei francobolli. Infatti il loro valore dipende soprattutto dallo stato di conservazione. Vi proponiamo qui degli strumenti fondamentali per conservare al meglio la vostra collezione francobolli.

 

Raccoglitore per francobolli

L’album per francobolli è di solito un volume abbastanza grosso fatto di pagine che nella parte superiore riportano il nome di un paese e la riproduzione di alcuni dei suoi più tipici francobolli. Le pagine dedicate ai vari stati si susseguono in ordine alfabetico, oppure sono ordinate geograficamente secondo il continente di appartenenza. Questa può essere la struttura di un primo album per principianti. Ed è una tappa importantissima nella carriera del collezionista. È qui che infatti si inizia ad affrontare l’identificazione dei francobolli e a istruirsi nella tecnica della sistemazione degli esemplari. Il collezionista più esperto potrà poi specializzarsi in singole collezioni temporali, a soggetto o territoriali. Per conoscere tutti i tipi di collezioni possibili leggete anche: collezionare francobolli

La scelta del raccoglitore per francobolli è fondamentale per poterli preservare il più a lungo possibile. Tra i vari modelli di album per francobolli qui di seguito vi consigliamo il modello che a parer nostro è il migliore per rapporto di qualità-prezzo:

Montaggio dei francobolli

A nessuno viene più in mente, fortunatamente, di incollare direttamente gli esemplari sull’album. Come si usava fare inizialmente nel mondo della filatelia. Accadeva che quando si voleva smontare un francobollo si finiva per strapparlo o per rovinare la pagina del album per francobolli. Un metodo più civile è quello della “linguella“. Quest’ultima è un sottile rettangolino di carta gommata, generalmente piegato a un quinto della sua altezza. Inumidendone leggermente il pezzo più corto la si fa aderire alla parte alta del rovescio di un francobollo. Poi si bagna il lembo piu lungo e si fa aderire il francobollo. Se poi si vorrà rimuovere il francobollo, basterà una lieve trazione operata con l’ausiliodella pinzettaperchè la linguella si separi dall’album senza danneggiare nulla. L’unico problema con la linguella è che è impossibile toglierla da un francobollo nuovo senza che essa lasci una qualche traccia sulla gomma dell’esemplare. Le linguelle vanno quindi bene quando si tratta di montare gli usati. La loro gomma infatti non può più essere integra. Quindi una traccia di linguella non ne compromette la qualità. Per i nuovi è invece consigliabile l’uso di speciali taschine in plastica.

Pinzette per filatelia

È poi fondamentale maneggiare con cura i francobolli. L’attrezzo principale per l’appassionato di filatelia sono le pinzette. I francobolli infatti non devono mai essere maneggiati. le dita umane, infatti, lasciano sempre una loro impronta su tutto quello che toccano. Sulla carta dei francobolli le impronte digitali, li per li invisibili ad occhio nudo, possono con il tempo far comparire degli aloni, muffe e altre macchie tali da far diminuire considerevolmente il valore degli esemplari in nostro possesso. E a questo proposito vi consigliamo questo modello di pinzette per filatelia venduto da amazon molto economico e perfettamente adatto allo scopo:

 

Custodie per francobolli

Un altro strumento molto utile e fondamentale per una perfetta collezione di francobolli sono queste custodie in pastica. Sempre vendute da amazon,  permettono di farvi dormire sonni tranquilli senza più l’ansia che i vostri pezzi migliori si rovinino irreversibilmente:

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail